Strudel zucchine gialle e prosciutto cotto

Strudel zucchine gialle e prosciutto cotto

Gli strudel salati mi piacciono tantissimo perchè possono essere serviti come piatto unico per una cena, oppure tagliati a piccoli pezzi e mangiati durante un aperitivo.

A prescindere dall’occasione, io penso che sia sempre il momento giusto per preparare uno strudel salato.

Lo strudel zucchine gialle e prosciutto cotto è particolarmente gustoso ed anche bello da presentare. La pasta che ho utilizzato per la base è una pasta matta lievitata. Rispetto alla pasta sfoglia, questa pasta lievitata resta molto più leggera senza nulla togliere al sapore.

YouTube player

Preparazione 20 min

Cottura 45 min

Facile

Ingredienti:

1dose di pasta matta con esubero di lievito madre qui la ricetta
300gr zucchine gialle
100gr caciotta a fette
100gr prosciutto cotto a fette
q.b. pepe nero macinato
q.b. semi di papavero
q.b. latte

Preparazione

1.
Preparazione
Prepariamo innanzitutto una dose di pasta matta con esubero di lievito madre seguendo la mia ricetta a
questo link
.
Laviamo e spuntiamo le zucchine. Con l’aiuto di una mandolina tagliamo le zucchine e fette sottili nel senso della lunghezza.
Stendiamo la pasta matta lievitata in modo da ottenere un rettangolo piuttosto sottile.
Adagiamo le zucchine sulla pasta matta in modo da ricoprire tutta la superficie. Aggiungiamo sopra le zucchine le fette di caciotta ed infine quelle di prosciutto.
Io preferisco non aggiungere ulteriore sale.
Arrotoliamo nel senso della lunghezza lo strudel. Pizzichiamo le estremità in modo da sigillarle per bene.
Trasferiamo lo strudel in una leccarda ricoperta da carta forno. Spennelliamo la superficie con del latte e cospargiamo infine con semi di papavero.
Inforniamo in forno caldo a 200° e lasciamo cuocere nella parte centrale del forno per 40-45 minuti.
Spostiamo la leccarda nella parte alta del forno e cuociamo ancora per altri 5 minuti.
Lo strudel dovrà essere leggermente dorato in superficie.
0 0 votes
Rating
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments